Aspetta e vedrai | Piccole Cose Imperfette
semina, tutorial, diy, basilico, riciclo creativo, piccole cose imperfette
15911
post-template-default,single,single-post,postid-15911,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Aspetta e vedrai

Non so voi, ma io verso la fine dell’inverno inizio ad essere impaziente e aspetto con ansia la primavera. Non che nutra particolari antipatie per l’una o per l’altra stagione, ma il freddo, il buio, le giornate che sembrano durare un istante iniziano a stufarmi.

E così, quando tra un fiocco di neve e un tiepido raggio di sole la primavera inizia a farsi strada, ogni cosa assume un altro sapore. Al mattino mi sveglio con la luce (quanto amo svegliarmi con la luce!) e mi sembra che anche la peggiore delle giornate possa trovare un risvolto positivo.

E mentre le primule e le violette iniziano a colorare il sottobosco mi accorgo che sono già quasi in ritardo con la semina! Intendiamoci, il mio é un piccolo “orto” fatto da vasi e vasetti distribuiti in ordine sparso sul balcone, ma mi piace avere la mia piccola coltivazione: erbe aromatiche, pomodori e peperoncini, qualche insalata e immancabili esperimenti di piante strane. In queste cose il vero esperto é il mio compagno, mentre io ammiro quel piccolo miracolo della natura, con lo stesso stupore dei primi esperimenti ai tempi delle elementari.

Abbiamo deciso di iniziare con il basilico, i cui semi sono il ricordo di una bellissima vacanza a Moneglia. Visto che siamo quasi in tema pasquale mi sono lasciata ispirare da un articolo di Casa Facile e abbiamo utilizzato i gusci di uova come semenzaio, ma  voi potete tranquillamente usare una delle tante piccole serre che si trovano in vendita (per 3€ vi consiglio il semenzaio di FlyingTiger, disponibile in vari colori, tra cui ovviamente il rosa).
Ecco come fare:
  • innanzitutto ti serviranno gusci di uova (o un semenzaio), torba, perlite, semi;
  • le uova vanno aperte delicatamente, cercando di ricavarne due metà quasi uguali; bisogna poi lavarle con acqua calda e praticare un piccolo foro sul fondo per permettere al terreno di drenare l’acqua in eccesso;
  • mescolate due parti di torba con una di perlite (rende il terreno più poroso e umido, oltre a permette alle radici di penetrare meglio) e riempite quindi i gusci;
  • aprite un piccolo buco al centro del terreno e inserite 4/5 semi; ricopriteli e vaporizzate dell’acqua;
  • tenete i gusci al caldo in una serra (o utilizzate l’apposito coperchio del semenzaio) davanti ad una fonte di luce naturale.

Da questo momento in poi bisogna essere pazienti, tenere sempre il terreno umido con l’aiuto dello spruzzino e aspettare. Dopo qualche giorno vedrete il germoglio piano piano spuntare dal terreno e vi assicuro che la gioia sarà immensa! Quando le piantine saranno grandi abbastanza sarà il momento di trapiantarle in un vaso più grande, dove saranno libere di crescere.

SOUNDTRACK

“Here comes the sun” – The new Beatles

Tags:
No Comments

Post A Comment