Quando gli orti diventano un fenomeno social(e) | Piccole Cose Imperfette
spazi verdi, verde cittadino, orti urbani, milano, milano verde, orticola, city life, gazzelle on the road, under armour, wami water, casa facile, mi-orto, eataly smeraldo, piccole cose imperfette, piccolecoseimperfette
16196
post-template-default,single,single-post,postid-16196,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Quando gli orti diventano un fenomeno social(e)

Milano ha dovuto convivere per un lungo periodo con lo stereotipo di città grigia e spenta, immersa nel delirio del traffico e frastornata dal rumore caotico di una metropoli sempre troppo di fretta. In questo ultimo periodo però, sta sfoggiando con grande orgoglio le sue molteplici sfaccettature colorate, scrollandosi di dosso questi pregiudizi ormai un po’ datati.

Un esempio di questa rivincita sono gli orti urbani: un fenomeno non solo decorativo, ma anche di condivisione e di ri-appropriazione degli spazi cittadini, un luogo dove riscoprire un legame con il proprio territorio e un modo nuovo di vivere la metropoli.

Mi-Orto || Eataly

Dall’11 aprile fino al 3 giugno, in piazza XXV Aprile, nello spiazzo davanti all’ex-teatro Smeraldo, è possibile girare tra le piante di  MI-ORTO e soffermarsi per una pausa tra un germoglio di pomodoro e il profumo di basilico.

Il progetto, voluto da Eataly Smeraldo e ideato da Liveinslums Ong con il patrocinio del Comune di Milano, è un esempio di agricoltura urbana fuori-suolo. E’ un invito ai cittadini e ai turisti a prendersi cura della città e imparare a migliorare lo stile di vita attraverso la manutenzione di piccoli spazi verdi e la condivisione di nuove esperienze.

Orticola || Mostra Mercato

Un esempio di come i milanesi si sentano partecipi della cura del verde pubblico è indubbiamente il successo che da ormai più di 20 anni riscuote la mostra mercato Orticola (che si è svolta una decina di giorni fa), i cui proventi vengono destinati alla manutenzione di aree verdi come il Giardino Perego.

Una vera e propria esposizione di meraviglie botaniche da tutto il mondo che raccoglie un gran numero di partecipanti. Numerosi anche i laboratori a cui partecipare per approfondire le tecniche di coltura o sperimentare usi alternativi di piante e fiori.  Io ho partecipato ad un laboratorio di tintura con il Guado (come perderlo) e a dei workshop di CasaFacile per ottenere vasi con materiali alternativi come fialette in vetro e bottiglie di riciclo.

Infine, grazie alla collaborazione del magazine Gardenia con Instax Fujifilm, si poteva andare a caccia di meraviglie stampando delle bellissime foto al momento (provate a cercare l’hashtag #CatchTheInstax per farvi un’idea).

Yoga negli Orti Fioriti || City Life

La riqualificazione urbana del quartiere Fiera Milano è un altro esempio di come Milano stia regalando ai suoi cittadini sempre più spazi verdi dedicati allo svago e al relax. Al suo interno il progetto degli Orti Fioriti di City Life  (sempre legato all’associazioni Orticola di Lombardia) invita alla riscoperta degli orti-giardini, insegnando non solo qualche cosa di nuovo ma facendo anche riscoprire la bellezza di cose semplici come il profumo della menta in decine di varietà differenti.

Gli orti diventano così non solo un luogo dove riscoprire le più semplici pratiche agrarie delle nostra tradizione, ma anche un rifugio in cui ritagliarsi un momento di puro benessere.  In questa splendida cornice si inserisce perfettamente il progetto ideato da Gazzelle on The Road, un gruppo di amiche accumunate da una genuina passione per la corsa e per lo sport che, grazie al loro entusiasmo, stanno coinvolgendo sempre più persone avvicinandole a questo favoloso mondo.

Questa settimana ci sarà il loro terzo di otto appuntamenti di #YogaLikeaGazzella, proprio all’interno degli Orti Fioriti, luogo scelto “per respirare una Milano primaverile e verde. Fare yoga all’aperto è un’occasione per sentire più da vicino gli insegnamenti della pratica: il respiro e prendersi cura del proprio corpo”.
(per partecipare all’iniziativa basta seguirle sui loro social Instagram e Facebook).

Insomma, per chi è ancora legato all’idea di Milano come di una città spenta e grigia il mio invito è quello di immergersi in una delle sue numerosissime oasi verdi e respirarne tutta la freschezza e l’aria di novità.

SOUNDTRACK
“Meet me in the woods” – Lord Huron
Tags:
No Comments

Post A Comment